L'argomento del mese-Il Presidio medico scolastico

Terminata la campagna informativa nelle classi su:

 
 

    comportamentidiabuso

 

INCONTRI SVOLTI NELLE CLASSI: 69
ALUNNI COINVOLTI: CIRCA: 1380


Alcune delle domande rivolte al Medico dai ragazzi:  

  • Quali sono i danni cerebrali provocati dall' alcool?
  • la cannabis dà dipendenza? È possibile avere effetti collaterali importanti con l'uso una tantum?
  • Quali sono gli effetti dell'abuso di sostanze sugli altri organi oltre al cervello?
  • L'alcol dà dipendenza?
  • Perché l'alcol è legale e la cannabis no?
  • Quali sono gli effetti dell'uso quotidiano di un bicchiere di vino?
  • Perche' chi beve sempre alcool lo tollera di piu'?
  • Come faccio a conoscere la mia alcolemia?
  • Quante sigarette bisogna fumare prima di avere dei danni?
  • Cosa cambia fumando le drums? E le sigarette elettroniche? Quali sostanze cancerogene sono presenti?


 

Perchè ne ABBIAMO parliamo ai ragazzi

La “Relazione annuale 2018 – dati 2017” redatta dal Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, relativa allo stato del consumo delle sostanze stupefacenti in Italia, ci offre un’istantanea completa sul fenomeno del consumo di sostanze nella popolazione giovanile.
Secondo i risultati dello studio ESPAD® Italia, condotto nel 2017, il 34,2% degli studenti tra i 15-19 anni, (circa 880.000 ragazzi) ha riferito di aver utilizzato almeno una sostanza psicoattiva illegale nel corso della propria vita. Il 26% ha invece riportato di averne fatto uso nel corso dell’ultimo anno (circa 670.000 ragazzi). Tra questi ultimi il 10,5% è definibile “poliutilizzatore”, avendo assunto 2 o più sostanze.
Sono quasi 41.000 gli studenti (pari all’1,6% di tutti gli studenti 15-19enni) che hanno riferito di aver assunto una o più sostanze senza sapere cosa fossero: per il 58,5% si è trattato di un’esperienza circoscritta a 1-2 volte, mentre il 23,5% ha fatto uso di sostanze di cui ignorava la composizione per oltre 10 volte.
Comparando i risultati delle precedenti rilevazioni si evidenzia che nel corso degli ultimi 5 anni il consumo nel corso della vita è in aumento.
La cannabis rimane la sostanza illegale maggiormente utilizzata nella vita, seguita, nell’ordine, dalle New Psychoactive Substances (NPS), spice, cocaina, stimolanti, allucinogeni e, infine, eroina. L’uso di sostanze psicoattive risulta più diffuso tra i maschi, con percentuali doppie rispetto a quelle femminili, fatta eccezione per la cannabis per la quale il rapporto di genere risulta di 1,5.

È quindi evidente che l’abuso di sostanze rimane un tema di grande attualità e rilevanza anche in considerazione del fatto che i danni derivanti coinvolgono non solo la sfera della salute, ma hanno risvolti e conseguenze sulle relazioni familari, nell’ambito lavorativo e sociale. 

Gli elementi che  ABBIAMO portaTO all’attenzione dei ragazzi sono:
 
  • Gli aspetti statistico epidemiologici
  • Sostanze d’abuso: Cannabis e Cannabonoidi sintetici (La spice) - Abuso di farmaci
  • antidolorifici (painkillers) - Eroina e cocaina - Le NPS (New Psychoactive Substances):
  • mefredone, ketamine, fenetilamine e oppiacei sintetici - Alcol
  • Il Doping e il Consumo di sostanze psicoattive nell’attività sportiva
  • Il danno associato al consumo delle sostanze psicoattive
  • Conseguenze socio sanitarie riconducibili al consumo di sostanze ad alto rischio
  • Incidentalità stradale e mortalità correlata all’abuso di sostanze
  • Capacità lavorativa ed uso delle sostanmze di abuso ed alcol